Ametista, storia di un mito

Una gemma impreziosita da molte proprietà benefiche

La leggenda narra che la ninfa Ametista, perseguitata dalla corte e non gradita del dio Bacco, chiese a Diana di trasformarla in cristallo e lui furente vi scagliò contro il suo calice pieno di vino: così nacquero il colore violaceo e il nome di questo bellissimo quarzo che la credenza vuole protegga dagli effetti dell’ebbrezza da vino. Una particolare usanza diffusa tra i Greci e i Romani, voleva che in occasioni conviviali, gli invitati bevessero il vino in coppe di cristallo ogni qual volta il loro ospite portava alla bocca la sua. Egli però poteva buggerarli bevendo continuamente acqua da una coppa di Ametista, rimanendo così sobrio mentre faceva ubriacare gli altri. Sin dal 3000 a.C. veniva considerata soprattutto in Egitto, Sudafrica e Mesopotamia per la creazione di gioielli e sigilli e successivamente dai popoli del Mediterraneo anche per coppe e calici. L’ametista ancora oggi è usata per questi scopi, ma principalmente per la creazione di gioielli che, oltre all’intrinseca bellezza, secondo la cristalloterapia avrebbero molteplici doni. La cristalloterapia, una medicina alternativa che riconosce un potere ai minerali e li usa per curare problemi di vario genere o favorire determinate caratteristiche, attribuisce all’ametista il potere di favorire i sogni e respingere gli incubi. Questa bellissima gemma inoltre, rafforza la volontà, la memoria, l’autocontrollo e pare anche l’autostima e tra le sue proprietà curative, troviamo la capacità di fare scomparire le emicranie di origine nervosa e le infezioni agli occhi.

Alcune mie creazioni

Per tutto questo e per la sua bellezza, amo molto l’ametista. Ti vorrei mostrare alcune mie creazioni. Ad esempio, questo anello in oro rosa 18 carati. Una montatura in oro rosa con drusa centrale, incorniciata con ametiste taglio gocce e diamanti taglio brillante. Le druse sono splendide superfici microcristalline, nate da una matrice di agata. Questo anello particolarmente luminoso conferisce eleganza, bellezza ed equilibrio a chi lo indossa. Orecchino in oro rosa 18 carati, con drusa centrale, ametiste e diamanti. Un gioiello unico montato in oro rosa. Protagoniste sono le druse incorniciate con ametiste taglio goccie e diamanti taglio brillante. Uno straordinario intreccio di cristalli, che riflettono la luce come stelle cadenti. Orecchini in oro rosa 18 carati con al centro ametista naturale, opale, rodolite, peridoto, zavorite, turchese e iolite. Al centro la magia dei colori per conferire bellezza e luce a chi li indossa. Sono state incastonate pietre semipreziose quali l’ametista, turchese, iolite, rodolite, opale peridot e zavorite.

Anello in oro rosa 750% con al centro ametista naturale, opale, rodolite, peridoto, zavorite, turchese e iolite. Un gioiello esclusivo che conferisce regalità ed eleganza a chi lo indossa.

Desideri saperne di più? Vieni a trovarci!