Maggiore benessere grazie al peridoto

E’ possibile riequilibrare corpo e mente con una pietra preziosa?

 

Secondo la cristalloterapia le pietre e i cristalli possono curare eventuali squilibri della mente e del corpo. Sono convinto che tutto in natura abbia un significato e per questo ogni cosa vada guardata e approfondita. Ma è possibile conferire alle pietre il potere di influenzare certi aspetti della nostra vita? Forse non basta, di certo bisogna mettere in campo una serie di fattori.

 

 

Peridoto o olivina

Oggi vorrei parlarti del peridoto o olivina. Si tratta di una pietra preziosa trasparente dal tipico color verde oliva, un verde intenso, caldo e luminoso. A mio parere è molto piacevole. In particolare, queste pietre si abbinano bene alle brune o a chi ha la tonalità di pelle scura. In realtà si sposano benissimo anche con chi ha occhi verdi o tonalità più chiare di pelle e capelli.

Gli esemplari più preziosi sono quelli dal verde prato/oliva intenso. Essendo una gemma di tipo II, presenta sempre inclusioni visibili ad occhio nudo.

Spesso si nota una leggera punta di giallo verde, determinata da ferro e nichel. Quando prevale un colore giallo verde, bruno giallastro o bruno, si tratta di pietre meno pregiate. E’ una gemma idiocromatica appartenente al gruppo dei Silicati. Talvolta si possono trovare peridoti denominati occhi di gatto, con una scia luminosa, con inclusioni aghiformi.

Il peridoto cristallizza nel sistema rombico, per questo spesso si trova sotto forma di veri e propri cristalli di grandi dimensioni.

 

Etimologia

La parola “peridoto” proviene dall’arabo “faridat” che significa gemma, anche se altre tradizioni la fanno discendere dal termine “peridote” che in middle english significa “punto luminoso”.

Estrazione

Il peridoto o olivina viene estratto da più di 3500 anni ed è stato introdotto in Europa nel medioevo, probabilmente dai crociati. Per anni è stato estratto sull’Isola Zabargad, a circa 89 Km dalla costa egiziana sul Mar Rosso. Ma ora proviene per lo più dallArizona, dove è presente una riserva apache di San Carlos. Altri giacimenti si trovano in Pakistan e in Cina. Gli esemplari più belli vengono estratti nella regione di Suppatt nei pressi delle montagne dell´Himalaya, nel nord ovest del Kashmir pakistano. Pensiamo ad esempio al peridoto Kashmir, dalla brillantezza unica. Tuttavia, a causa della rigidità delle temperature invernali, si possono estrarre solo da giugno a settembre.

 

 

Il suo influsso positivo

La sua bellezza e delicatezza ha fatto sì che fosse molto amata sin dall’antichità. In particolare, porterebbe un influsso positivo sulle amicizie, aiuterebbe l’ars oratoria e terrebbe lontano l’invidia. A livello fisico l’olivina svolgerebbe un’azione rivitalizzante e disintossicante. In particolare, agirebbe sul fegato, la milza e il pancreas.

A livello mentale aiuterebbe a rilassarsi e a ridurre lo stress, compresi i disturbi psicosomatici.

A livello spirituale l’olivina pare possa dare un contributo prezioso a questioni di cuore.

 

Come prendersene cura

E‘ una pietra molto delicata e per questo bisogna prestare attenzione ai cambiamenti di temperatura. Come sempre ti consiglio di rivolgerti al tuo orafo di fiducia.

 

Curiosità

E’ la pietra dei nati di agosto, un mese che si associa immediatamente al caldo dell’estate, al sole, al mare… Un mese di carattere, così come la pietra. Grazie al suo colore deciso, ma anche alla sua raffinatezza, era molto amata anche dagli antichi egizi, che la definivano “pietra del sole”. Cleopatra stessa amava molto indossarla.

Una pietra preferita perfino dai pirati che erano convinti del suo potere propiziatorio e della sua forza nell’allontanare negatività e paure.

I peridoti si trovano anche nella pallasite. Si tratta di un tipo di meteoriti ferro-rocciose composte da cristalli di olivina in una matrice metallica, formata da una lega di ferro-nichel. Alcuni esemplari di peridoti sarebbero perfino rinvenuti sulla superficie di Marte.

 

I nostri gioielli con peridoto

Orecchini in oro rosa 18 carati con al centro ametista naturale, opale, rodolite, peridoto, zavorite, turchese e iolite.

 

 

 

Anello in oro rosa 750% con perla d’acqua dolce centrale, rubini, zaffiri e peridoto.